Borromeo Federico a cura di : Bertolini Manuel

De pythagoricis numeris libri tres

0 Valutazione
stato: Disponibile
Collana: Accademia Ambrosiana/Fonti e Studi/26
Argomento: letteratura/filologia/narrativa
anno: 2016
, pagine: 144

ISBN: 978-88-6897-053-6
18,00 €
15,30 €
Risparmi:
2,70 €
 Torna a: Letteratura

Il pitagorismo occupa un posto di rilievo nel dibattito fra religione e scienza della prima età moderna, sia come metodo deduttivo che corrobora, fra adesioni convinte o pretestuose, le dispute sull’eliocentrismo, sia per il suo intreccio con le arti occulte. A confermarlo è il De pythagoricis numeris, scritto da Federico Borromeo nel 1627, di cui si presenta qui la prima edizione moderna. Approdato ad una stampa provvisoria in due esemplari, conservati in Ambrosiana, il testo sembra destinato, al pari di altri scritti di Federico, a circolare solo fra i collaboratori più stretti.
Concepito insieme al De cabbalisticis inventis (1627), nel De pythagoricis numeris Federico vuole distinguere il vero dal falso sulle proprietà dei numeri, ponendoli al riparo da derive magiche e superstiziose.
Lungi però dall’essere riconducibile unicamente alle tante dispute di matrice pichiana sulla cabala, contaminando i settori disciplinari attraverso il pitagorismo, e richiamando di volta in volta l’attenzione sul rapporto tra contemplazione ed etica, tra saperi celesti e dottrine magiche e musicali, il volume di Federico consente al lettore di cogliere alcuni snodi cruciali ormai ricorrenti nella storiografia culturale.

Introduzione
Nota al testo
Abbreviazioni e sigle


FEDERICO BORROMEO
De pythagoricis numeris libri tres
Liber primus
Liber secundus
Liber tertius

INDICI
Indice dei luoghi biblici
Indice delle opere citate nel de pythagoricis numeris
Indice dei nomi

Lascia una tua recensione

Lascia una tua recensione
Hai letto questo libro? vuoi lasciare una tua recensione? iscriviti al sito e accedi con il tuo utente e la tua password per scrivere un tuo commento.
Grazie